Angelo Alberton " Impossibile organizzare la prossima stagione. C'è più di qualche richiesta".

11.05.2020 09:56 di Paolo Annunziata   Vedi letture

Tutti addetti ai lavori dai presidenti ai direttori sportivi sono in attesa di una decisione su quello che sarà il futuro. Tra dubbi e incertezze l'unica cosa certa è che le società attendono risposte per provare a iniziare a programmare la prossima stagione. Nè abbiamo parlato con un addetto ai lavori di peso, Angelo Alberton. Sul suo tavolo sono già arrivate delle richieste.

" E' vero, qualche richiesta è arrivata, ma è tutto in alto mare. Parlare in questo momento della prossima stagione, non ha senso, anche perchè non arrivano ufficialità da parte della Federcalcio. Questo stop sta facendo danni economici. Tante società facevano tornei interessanti che davano linfa alle casse sociali. Erano in partenza tornei importanti, questa assenza di tornei porterà ancora di più difficoltà per tutte le società. Erano entrate importanti, che permettevano le iscrizioni e i tesseramenti. La Federazione, se possibile dovrebbe dare incentivi alle società e fare uno sconto sui cartellini personali di ogni ragazzo. E' arrivato il tempo di fare chiarezza e prendere della decisioni".

E' possibile programmare la prossima stagione in questo momento?

" Personalmente ho delle richieste, ma non posso valutare nulla, perchè non si sa niente. Non ci sono dati certi per capire come organizzare le squadre, gli allenatori da impiegare e non sapendo nulla non posso prendere niente in considerazione. A mio avviso a settembre sarà difficile ripartire, a meno che non ci sia un calo netto dei contagi, tutto dipende anche dall'inizio della scuola. Se non inizia la scuola non riprendono neanche i campionati giovanile e le Scuole Calcio. Farli tornare in campo con le scuole chiuse sarebbe un controsenso. 

Come si sta senza calcio?

" Male. Mi mancano i fondamentali, che sono quelli di andare al campo, parlare con gli allenatori e con i ragazzi. Per non parlare delle partite dal sabato pomeriggio e a quelle della domenica. Manca il contatto umano con tutti gli addetti ai lavori. Speriamo che il tutto finisca quanto prima possibile, La federazione deve uscire allo scoperto perchè non si può programmare la prossima stagione dallas era alla mattina, a cominciare dal sottoscritto".