Il tecnico Peppe Bove " Tutti noi vogliamo ripartire, ma in sicurezza. Con delle regole chiare si potrà ritornare in campo".

14.01.2021 15:34 di Paolo Annunziata   Vedi letture

La categoria dei tecnici e dei giocatori ci vogliono credere fino alla fine a una eventuale ripartenza. Tra questi c'è anche l'allenatore della Pro Cori Calcio, Giuseppe Bove. 

" Il calcio è la nostra unica - dice Peppe Bove - passione. Una passione che ci portiamo dietro da bambini. Io continuo a pensare positivo, è chiaro che la situazione è critica. Ma i numeri sono sempre alti, per quanto concerne le morti e i ricoveri. Dal 20 dicembre siamo persi, prima ci stavamo allenando sempre nel massimo rispetto del protocollo. La voglia di vederci era tanto, Se devo esprimere le mie sensazioni mi viene difficile visto che non si sa come andranno le cose da qui a qualche mese. Fino a marzo ci sono i tempi per chiudere la stagione con il girone di andata e vari playoff e playout. Se non saremo pronti per quella data, allora non ci sarà niente da fare. Credo che sia nell'interesse di tutti portare al termine della stagione, bisogna però mettere i club nelle condizioni di poterlo fare, sia a livello economico che a livello di sicurezza. Se tutti ci atteniamo alle regole, penso che si potrebbe scendere in campo. Adesso aspettiamo il DPCM di domani, che molto probabilmente farà slittare di un mese il ritorno in campo. Ma ripeto, siamo ancora nei tempi giusti per portare al termine il girone di andata, per ufficializzare le classifiche. La Pro Cori Calcio sarà pronta a rispettare tutte le regole, facendo altri sforzi economici. Noi vogliamo scendere in campo e lo faremo nel migliore dei modi".