Latina Borghi Riuniti: Simone De Luca" Peccato per il gol preso a partita finita. L'importante è muovere sempre la classifica"

22.11.2021 14:22 di Paolo Annunziata   vedi letture

Simone De Luca, Classe 2002, questo è il quinto anno che lo fa come giovane di Lega. Cresciuto nelle giovanili del Sermoneta, arriva a fare l' esordio in prima squadra. Poi Pro Cisterna, Pomezia e Latina Borghi Riuniti. Lo possiamo definire il giovane " vecchio"  E' la prima volta che gioca nel campionato di Promozione. Lui è uno dei tantissimi ragazzi scoperti da Bruno Federico. 

" Ed è proprio - dice Simone De Luca - e che se sono sceso di categoria è solo per Bruno Federico. E' il mio padre calcistico, mi ha fatto diventare un vero giocatore, grazie ai suoi consigli. E poi perchè ho trovato come allenatore Ivan Omizzolo, che ho avuto nelle giovanili. Alla Latina Borghi Riuniti mi trovo benissimo, è l' ambiente ideale per fare calcio. Ieri peccato per il gol preso a partita finita, la potevamo chiudere prima, ma anche loro hanno avuto le loro occasioni. Per la prima volta ho visto più carica agonistica che tecnica, loro hanno pensato a non farci giocare sia con le buone e soprattutto con le cattive. Adesso ho capito la " cattiveria" calcistica soprattutto in certi campi. La nostra prestazione è stata importante, non so quante squadre riusciranno a portare via punti da Roccasecca. Il nostro obiettivo è quello prima di tutto di raggiungere la salvezza, siamo l'unica squadra a giocare con più under di tutte. Purtroppo siamo penalizzati dal nostro campo, dove si fa fatica anche a stare in piedi, basta un giorno di pioggia che si fa fatica a mantenere l' equilibrio. Sul sintetico l' abbiamo dimostrato in casa del Montenero di che pasta siamo fatti. Dobbiamo continuare a rimanere concentrati partita dopo partita, a cominciare da domenica quando arriverà l' Alatri, squadra che non è più quella della prime giornate".